Violazione privacy: no all’interruzione della prescrizione nei procedimenti sanzionatori

Torna a Articoli

Violazione privacy: no all’interruzione della prescrizione nei procedimenti sanzionatori

Con la sentenza n. 260 del 2021 il Giudice delle leggi ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 18, comma 5, del d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101, nella parte in cui prevede, con decorrenza dalla sua entrata in vigore, l’interruzione ex lege del termine di prescrizione, relativamente ai procedimenti sanzionatori – soggetti alla disciplina, antecedente alla riforma del 2018, del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (ossia ai procedimenti rimessi al Granate della privacy per violazione dei dati personali) – che, alla data di applicazione del regolamento n. 679/2016/UE, siano stati avviati, ma non ancora definiti con l’adozione dell’ordinanza-ingiunzione, poiché tale ipotesi di interruzione viola i principi di ragionevolezza e proporzionalità, contrastando con la ratio dell’istituto dell’interruzione della prescrizione regolato dal codice civile.Read MoreIP & IT

Condividi questo post

Torna a Articoli
Generated by Feedzy