Intelligenza artificiale, design tecnologico e futuro del lavoro nell’UE: il caso dei platform workers

Torna a Articoli

Intelligenza artificiale, design tecnologico e futuro del lavoro nell’UE: il caso dei platform workers

Di seguito il commento del Prof, Costantini, pubblicato su Il lavoro nella giurisprudenza n. 12/2021, Ipsoa, Milano.
Il 21 aprile 2021 il Parlamento Europeo ha approvato la Proposta di Regolamento COM(2021) 206, c.d. “Legge sull’Intelligenza Artificiale”. Si tratta di un provvedimento che avrà un impatto dirompente non soltanto nella disciplina delle nuove tecnologie, ma in tutti i settori economici e quindi nel mercato del lavoro. In questo contributo ci si propone di approfondire il significato di questo primo esempio di regolamentazione dell’intelligenza artificiale: nella prima parte si delineano i suoi presupposti ideali e si descrive il contesto nel quale esso è destinato ad operare; nella seconda parte si analizzano brevemente i profili di maggiore interesse dal punto di vista giuslavoristico alla luce della recente giurisprudenza e dei provvedimenti del Garante per la Protezione dei Dati Personali relativamente ai “lavoratori delle piattaforme digitali”.Read MoreIP & IT

Condividi questo post

Torna a Articoli
Generated by Feedzy